Nuovo deploy per TF Service

In pieno spirito Scrum, il Team di TFS ha rilasciato il risultato del nuovo sprint su TF Service, e potete leggere tutti i dettagli nelle news.

Le novità più interessanti riguardano Git, soprattutto per supportare quello che viene chiamato Enterprise Grade Git, ovvero dotare Git di tutte le funzionalità che sono necessarie per essere adottato nell’enterprise. Potete leggere su questo argomento in un vecchio post di Brian Harry, in cui Brian specifica tutte le caratteristiche che rendono un source control Enterprise Ready.

Senza dilungarmi sull’argomento, le difficoltà che si hanno nell’implementare Git è che, sebbene sia un source control veramente eccezionale e con Funzionalità che talvolta hanno del miracoloso, l’implementazione base non è enterprise ready, ma rimane tarata per progetti di tipo open source. Questo non significa che Git abbia delle mancanze, semplicemente che è necessario fornire implementazioni che forniscano quel livello di supporto richiesto all’Enterprise.

Con il supporto a Git da parte di TFS molti di questi gap vengono chiusi, l’aggiunta maggiore è l’autenticazione / autorizzazione tramite Active Directory. Se avete installato TFS in un Dominio Active Directory, tramite le impostazioni di sicurezza si possono gestire le autorizzazioni di accesso ai repository Git direttamente usando gli utenti di AD. In questo sprint si sono quindi aggiunti alcuni ulteriori permessi, tra cui l’autorizzazione esplicita per le push di Branch o Tag nel server, per evitare la proliferazione incontrollata di Branch e Tag.

SNAGHTMLe8b9c1

Le gestioni con questo livello di granularità spesso poi presentano scarsa comprensibilità a causa dell’ereditarietà. Quello che accade è che magari un certo utente o gruppo per una determinata operazione ha come risultato un deny, ma non si capisce perché. In questo caso Tfs permette con un link chiamato Why di visualizzare la gerarchia di permessi associata ad un determinato utente / gruppo per un certo oggetto.

image

Nella figura sopra è rappresentato il livello di accesso per l’utente Gian Maria Ricci per un certo repository Git, e trovo che non si ha il diritto di force push, premendo su Why mi viene spiegato il perché.

image

In questo ultimo deploy è stato anche aggiunto il supporto a gravatar per mostrare le immagini associate ai vari commit. Altre migliorie introdotte riguardano la possibilità di inviare per E-Mail dettagli sui commit o sui singoli file. Questa funzionalità è particolarmente interessante dato che nel vostro repository Git potrebbero essere presenti commit di utenti che non sono a sistema, ma che sono stati inviati tramite un Push di un utente autorizzato. Questi commit avranno delle E-Mail associate che permetteranno comunque di visualizzare una icona associata all’utente tramite Gravatar.

In questa versione sono stati anche abilitati i push event per i Repository Git verso le Team Room, è ora possibile quindi far inviare in automatico dei messaggi nelle varie Team Room all’occorrenza di alcuni eventi Git, come ad esempio in reazione a push su determinate branch.

Come sempre il post si chiude con un link alla User Voice di Visual Studio, dove potete dare i vostri suggerimenti e richieste al team.

Buon lavoro a tutti.

One Response to Nuovo deploy per TF Service

  1.